iGiganti al Caffè Letterario

A Lecce esiste uno spazio dove spesso si fa cultura; quella vera, prodotta dalle persone, per altre persone; lontana dalle scene e dagli antagonismi tra organizzatori di eventi vari ed eventuali, che spesso di culturale hanno solo la didascalia sul biglietto da visita. Questo posto – il Caffè Letterario di Lecce – ospita dal 4 aprile sino al 27 una piccola, ma energica mostra di Vincenzo Zichella, talentuoso illustratore, padre di molti “personaggi noti” in città.

I Giganti altro non è che una rassegna di volti ed emozioni raccolti per la strada, camminando, osservando e passeggiando. Sono “giganti” perché osservati con occhi da bambino, a cui tutto appare immenso, enorme, gigantesco, certe volte incomprensibile e misterioso.

L’intensità emozionale è palpabile e tra una donna truccata da signorina Picasso ed un personaggio in cerca d’autore, si distrae impettita un’ombra bianca, mentre guarda negli occhi un’affascinante pellerossa civettuola.

Vincenzo Zichella utilizza una tecnica illustrativa fortemente riconoscibile e sebbene l’utilizzo del colore sia privo di volumi effettivi, i suoi personaggi, i Giganti, appaiono ricchi di personalità, icone di socialità e vita vissuta; emblemi di un’immedesimazione che appassiona tutti indistintamente e che dietro al principio fumettistico, nasconde uno studio sociologico di grande vivacità, reso in pochi tratti, come pochi sono gli artisti capaci di tale abilità.

Come spesso accade tra le mura del Caffè Letterario, è un costante piacere far convivere arte e svago, cultura e diletto, soprattutto davanti a deliziose improvvisate underground, che parallele all’”eventualismo” ufficiale, dimostrano carisma e sensibilità artistica di grande valore Culturale. (Cecilia Leucci)

vedi progetto >